… vivere

Ho preso in prestito queste parole dal sito di un mio amico … so che non me ne vorrà … grazie Marco.

Un decalogo ha dieci punti, ma quando i punti sono quattordici come si chiama??!! … non lo so, ma poco importa, se questi punti possono aiutarmi a "camminare" nella vita …..

  • Ricordati che sei una creatura e non il Creatore dell’universo; una creatura con grandi poteri da usare bene
  • Accetta l’inevitabile quando accade ed impara a porti le domande che te ne spiegano il significato. C’è sempre un perchè
  • In ogni occasione difendi gli uomini del bene e metti sotto gli occhi degli indecisi le azioni degli uomini del male
  • Sii sincero con te stesso, e, come la notte segue il giorno, ne seguirà che non potrai essere falso con nessuno
  • Metti a disposizione degli altri i tuoi talenti ma senza rinunciare alle tue necessità principali
  • Cerca di capire come ottenere il meglio da ogni situazione.
  • Di’ a te stesso chi vuoi essere e poi fai ogni cosa di conseguenza.
  • Sii sempre un partner fidato ed attento. Chiedi scusa quando sbagli
  • Comunica a tutti la tua gioia di vivere ed il senso che affidi alla parola miglioramento
  • Riconosci  la bellezza dove è presente e trova la strada per eliminare le brutture del mondo
  • Sorridi spesso e goditi la natura
  • Guarda i bambini per capire il senso della vita e le responsabilità che abbiamo per questo mondo
  • Elenca i tuoi tre obiettivi nella giornata e semplificali il più possibile
  • Ricordati quanta forza può esserci in ogni azione decisa e vinci le tue battaglie prima nella mente che nel mondo
  •  

    …. buona strada!

    Pubblicato in pensieri | Lascia un commento

    …. non servono altre parole

    … vorrei donare il tuo sorriso alla luna perchè di notte, chi la guarda possa pensare a te, per ricordarti che il mio amore è importante, che non importa ciò che dice la gente perchè tu mi hai protetta (…) e anche stanco il tuo sorriso non andava via  (…) Amore dato, Amore preso, Amore mai reso, Amore grande come il tempo che non si è mai arreso, Amore che mi guarda coi tuoi occhi qui di fronte … sei tu … sei tu … sei tu il regalo mio più grande. (non me ne vogliano tutti i fans di Tiziano Ferro)
     
     
    A MIA MADRE   di De Amicis
     
     
     
    Non sempre il tempo la beltà cancella
    o la sfioran le lacrime e gli affanni
    mia madre ha sessant’anni e più la guardo
    e più mi sembra bella.
    Non ha un accento, un guardo, un riso
    che non mi tocchi dolcemente il cuore.
    Ah se fossi pittore, farei tutta la vita
    il suo ritratto.
    Vorrei ritrarla quando inchina il viso
    perch’io le baci la sua treccia bianca
    e quando inferma e stanca,
    nasconde il suo dolor sotto un sorriso.
    Ah se fosse un mio prego in cielo accolto
    non chiederei al gran pittore d’Urbino
    il pennello divino per coronar di gloria
    il suo bel volto.
    Vorrei poter cangiar vita con vita,
    darle tutto il vigor degli anni miei
    Vorrei veder me vecchio e lei…
    dal sacrificio mio ringiovanita!
    Pubblicato in poesie | Lascia un commento

    l’opportunità

    object width="480" height="295">

    Pubblicato in pensieri | Lascia un commento

    …. ciao papi

     Ciao papà,  sono sicura che dove ti trovi adesso tu sia festeggiato più di quanto non lo abbia fatto io in passato, e sicuramente la festa è VERAMENTE festa…. sai quanto volte avrei voluto chiederti scusa per tutte quei momenti in cui ho dubitato della tua sofferenza, per tutte quelle volte che tu mi chiedevi aiuto ed io mi mostravo insofferente e fuggevole… mi consola sapere che tu mi hai voluto veramente bene e che io e te eravamo, volenti o nolenti, legati indissolubilmente, …. mi ricordo i capricci che mi lasciavi passare quando ero piccola, o le volte che rimproveravi la mamma perchè non volevi che mi punisse …. certo le nostre vite sono state stravolte dalla perdita di mamma, lei faceva da ammortizzatore tra i tuoi e i miei difetti, però so per certo che hai capito che io ti ho voluto un mondo di bene e me lo dimostrava il fatto che tu mi cercassi continuamente, sia nei momenti belli che in quelli brutti, mi cercavi per andare dai vari dottori, così come per farmi vedere qualcosa che avevi comprato…. sai cosa mi consola? il fatto di esserti stato vicino negli ultimi istanti della tua vita, proprio perchè fino in fondo ho cercato di dirti TI VOGLIO BENE PAPA’! e ….. te ne voglio ancora
     
     

    "In questo giorno voglio cantarti,
    aprirti la porta del mio cuore,
    per tanti dispiaceri che ho saputo darti,
    così, abbracciandoti, chiederti perdono.
    Poi, fra le tue braccia, sentirmi piccino
    e stretto al tuo petto, che è un fiore di bontà,
    trovare le tue carezze, baciarti la fronte
    e dirti dolcemente: ti voglio bene papà!”

     
    Pubblicato in pensieri | Lascia un commento

    libertà

    Sei come un balbettio di farfalla
    che ad ogni tocco vibra
    Mi avvolgi
    mi provochi
    mi sazi
    davanti ai recinti
    rallenti
    salti
    o ti fermi.
    Svelami il tuo trucco
    con tocco bislacco
    sfogliami ancora
    e diventi frizzante
    nel limite del mio spazio.
    Sgombri  il mio cuore
    che strizza
    che grida
    che alita
    che anela
    e rendimelo
    ardimentoso.


     

     
     
    Un uomo è libero nel momento in cui desidera esserlo…..
     
     
    Pubblicato in pensieri | Lascia un commento

    Amore

     
     
    Ci sono solo quattro domande
    che contano nella vita:
    cosa è il Sacro,
    di cosa è fatto lo Spirito Santo,
    per cosa vale la pena vivere,
    per cosa vale la pena di morire.
    La risposta ad ognuna è la stessa …
    … solo l’Amore!
     
     
     
     
     
     
     
     
    dal film "Don Juan De Marco, maestro d’amore
    Pubblicato in pensieri | Lascia un commento

    I’ve got a dream…..

     
    Avete presente la piccola libreria per ragazzi che Kathleen (Meg Ryan) gestisce nel film "C’è post@ per te"? ….. ecco quello è il mio sogno ….. si può sognare ancora a 45 anni? ….. perchè no, mi verrebbe da dire,  e probabilmente è quello che molti di voi mi direbbero, ma ….. tra sognare e realizzare c’è di mezzo un mare …. mare di burocrazie, mare di perplessità, mare di raziocinio, mare di difficoltà!
    Certo, potrei avere un sogno più terra terra, del genere "possedere una carta di credito per fare shopping liberamente", o "poter frequentare un istituto di bellezza, quello dove entri, ti fanno stendere su un lettino e ti ….. rifanno", o "…..", e invece no, il mio sogno è ambizioso!
    Non so voi, ma io riesco ad immaginarmi seduta in una sediolina stile asilo, a leggere libri ai bambini e lasciare che la loro fantasia mi contagi al punto da diventare bimba anche io. L’altro giorno mia figlia ha dovuto fare un componimento sul tema della diversità, e ha scritto "conoscere nuove persone è come leggere un nuovo libro" ….. c’è tutto: innocenza, curiosità, apertura mentale, mancanza di pregiudizi ….. questo è il mondo del bambino e forse è proprio questo che io desidero di più al mondo: far sì che ogni adulto lasci in un cantuccio (non troppo dimenticato) del suo cuore il suo essere bambino! Chissà che non si possano evitare in questo modo i tanti sbagli che si fanno da adulti!
    Soffro di sindrome di  Peter Pan?
     
     

     
           
     
     
    Pubblicato in sogni | Lascia un commento